Tu sei qui: Home Uffici Caritas Attività Area autonomia Centro diurno "El Pelè"

Centro diurno "El Pelè"

Centro diurno El Pelé
(Via Colle San Donato, Pescara - tel: 085.73053 - elpele@caritaspescara.it)

El Pelé

…da dove siamo partiti

Nel 19 , a seguito della situazione di emergenza dei profughi della ex- Yugoslavia, nel comune di Pescara si formò un campo nomadi abusivo, prima presso l’ex Fonderia Campione (zona Tiburtina), poi vicino la Motorizzazione civile. Delle 350 persone presenti, almeno la metà era costituita da minori, le cui famiglie erano del tutto avulse del concetto di scolarizzazione, nutrendo addirittura diffidenza per essa. Nei primi anni di attività i minori sono stati seguiti sul posto dai volontari della Caritas, dal punto di vista igienico e sanitario (vaccinazioni, visite mediche di vario genere) oltre che con l’accompagnamento scolastico e il supporto in classe.

Nel 1998 il Comune di Pescara sostenne l’azione della caritas attraverso il finanziamento di un centro diurno, a supporto della scolarizzazione dei bambini del campo. Il nome “El Pelè” fu scelto a ricordo di in quanto riferito al primo Beato di origine zingara nella storia della Chiesa (Beato Zeffirino (Ceferino) Gimenez Malla, detto appunto “El Pelè”) proclamato da Giovanni Paolo II nel 1997, Patrono di tutti i Gitani. Uno zingaro che cercò di promuovere la pace, la concordia nella costante tensione di vedere nell’altro non un nemico, ma un fratello da amare. Questa la lezione della sua vita. Uno zingaro, un analfabeta. Un uomo nobile, brutalmente fucilato durante la guerra civile.

Negli anni a seguire, anche in seguito allo smantellamento del campo nomadi, è poi divenuto un servizio rivolto a minori immigrati e non delle scuole primarie e medie inferiori che vivono situazioni di disagio e sono a forte rischio di devianza e di emarginazione sociale, segnalati dai Servizi Sociali.

…perché

L’attività del centro diurno è fondata sui valori dell’interculturalità e la piena inclusione dei bambini e dei ragazzi. Sostanzialmente il servizio mira a:

-        sostenere i minori nello svolgimento dei compiti e recuperare le lacune pregresse rendendoli consapevoli delle difficoltà e potenzialità

-        motivare allo studio e promuovere l’acquisizione di un efficace metodo di studio

-         Inoltre, intende favorire l’interiorizzazione di valori positivi quali il senso civico e il rispetto della legalità, nonché promuovere la creatività e l’espressione delle potenzialità personali

…con chi

Minori, immigrati e non, segnalate dai servizi sociali del comune di Pescara.

…attraverso

Il servizio inizia all’uscita di scuola: un pulmino conduce i bambini al centro diurno dove pranzano tutti insieme. L’attività didattica e ludico-ricreativa (gestita da personale qualificato) inizia alle 15,00 e termina alle 18,00, e viene svolta parallelamente all’anno scolastico. Si esegue un monitoraggio periodico del percorso didattico, anche in collaborazione con gli insegnanti di riferimento. Inoltre, nel corso dell’anno vengono realizzati vari laboratori artistico-musicali, gite fuori porta e incontri con altri gruppi giovanili.

Durante le vacanze estive, il centro diurno prosegue il servizio portando i bambini al mare: si prosegue con l’attività didattica, in particolare orientata al recupero delle debolezze e lacune nell’apprendimento, e con diverse attività ludico-ricreative.

La Caritas ha ampliato a 20 i posti disponibili a favore dei minori, cofinanziando, di fatto, la convenzione sottoscritta con il comune di Pescara. Nel 2013 sono stati iscritti al Centro Diurno 23 bambini.

 

Depliant centro diurno El Pelè

Non ci sono attualmente criteri su cui effettuare la ricerca. Aggiungili usando la scheda "criteri".