Tu sei qui: Home Uffici Caritas Attività Area autonomia Oratori

Oratori

Oratori

(Progetto territoriale - oratori@caritaspescara.it)

…da dove siamo partiti

oratori attività

San Filippo Neri radunò attorno a sé un gruppo di ragazzi di strada, avvicinandoli alle celebrazioni liturgiche e facendoli divertire, cantando e giocando senza distinzioni tra maschi e femmine, in quello che sarebbe, in seguito, divenuto l'Oratorio, ritenuto e proclamato come vera e propria congregazione da papa Gregorio XIII nel 1575. Dall’opera e dalla missione di questo Santo prende vita il progetto “Oratori”.

In un ottica preventiva del disagio giovanile, il progetto Oratori nasce come risposta a un bisogno di relazione, di crescita e condivisione, specie nei quartieri ad alto rischio, con un’attenzione alla maturazione umana e spirituale delle nuove generazioni.

…perché

Gli oratori mirano a promuovere la crescita personale, l’integrazione e la socializzazione dell’utenza che vi si rivolge, attraverso attività ludico-ricreative e sportive, laboratori e percorsi tematici ideati e guidati da un’equipe di lavoro. Importante anche la rete di collaborazione con i servizi del Comune che si occupano di minori e con le scuole. È luogo di crescita aperto a tutti, non solo al mondo giovanile, ma alle famiglie, luogo di scambio intergenerazionale. Cerca di promuovere l’autonomia parrocchiale, in modo che, dopo la fase di avvio sostenuta dal progetto, l’oratorio continui ad esistere con la piena partecipazione della Comunità.

…con chi

Bambini e ragazzi tra i 7 e i 18 anni.

…attraverso

Sono stati attivati oratori in 4 Parrocchie: San Giovanni, San Pietro Martire, Cristo Re, Visitazione. I ragazzi possono accedere direttamente all’oratorio o accompagnati da un genitore/tutore o da soli; in quest’ultimo caso l’equipe si preoccuperà di contattare la famiglia. Gli oratori sono aperti per tre ore, tre giorni a settimana e le attività prevedono il supporto allo svolgimento dei compiti, la merenda preceduta da un breve momento di preghiera. Inoltre vengono organizzate:

-attività ludiche: giochi mirati a favorire momenti di aggregazione tra i ragazzi ed a promuovere i valori di condivisione, aiuto reciproco, confronto, solidarietà e a promuovere la crescita socio-emotiva dei ragazzi;

-attività sportive di squadra: sport quali il calcio, il dodgeball e il basket tese a sviluppare e potenziare la motricità dei ragazzi, ma anche a rilevare le loro abilità e aiutarli a metterle in campo al servizio della squadra, favorendo l’interiorizzazione di regole che prevedono il rispetto dell’altro (compagno di squadra e avversario) e la gestione del proprio comportamento rispetto ad un codice di norme da seguire;

-laboratori: spazi nei quali offrire ai ragazzi un sapere pratico e specifico, permettendo loro di sperimentarsi in prima persona, mettendo in campo le proprie abilità o scoprendone delle nuove, sempre nell’ottica della collaborazione con l’altro. Tra i laboratori attivati per la disponibilità data da volontari ed educatori: HIP-HOP, BREAKDANCE, CUCINA, CHITARRA, BATTERIA, MAGIA, LABORATORI ARTISTICO-MANUALE, TEATRO, FOTOGRAFIA;

-percorsi tematici: percorsi di maturazione psico-spirituale dei ragazzi.

 

Il logo del progetto è stato realizzato da un'alunna della classe 3A della Scuola media "Montale-Michetti", che è risultata vincitrice di un concorso indetto in alcune scuole.

Clicca qui per vedere il servizio di Tv6 realizzato nel giorno della premizaione.

Il 9 novembre 2013 si è tenuto il convegno dal titolo
"L'oratorio: un talento al servizio della comunità"

Clicca qui per scaricare gli atti del convegno

 

Non ci sono attualmente criteri su cui effettuare la ricerca. Aggiungili usando la scheda "criteri".