Tu sei qui: Home Uffici Caritas Attività Area prossimità Prestito della speranza

Prestito della speranza

(Via Attilio Monti, 8 Pescara - tel. 085/6921292 - centroascolto@caritaspescara.it)

… da dove siamo partiti

Credito della speranza

La crisi che sta attraversando l’Europa genera sempre più difficoltà alle famiglie che sono in affanno nel pagamento di rate di mutuo, affitti e bollette. Anche le piccole imprese, le attività artigianali e commerciali risentono della particolare situazione difficile del nostro paese. In conformità con il suo mandato ed attenta alla lettura dei disagi sociali, nel settembre 2009 la Conferenza Episcopale Italiana (CEI), ha deciso di istituire un fondo di garanzia per le famiglie (30 milioni di euro), gestito attraverso le Diocesi/Caritas diocesana. La Caritas di Pescara ha attivato il suo sportello a marzo 2010.

…perchè

Il Prestito della speranza, attraverso alle sue erogazioni, vuole far fronte al perseverare delle difficoltà economiche in cui i soggetti più fragili sono esclusi dalle vie ordinarie di credito, offrendo prestiti bancari da concedere ad un tasso estremamente agevolato.

… con chi

Tutte le famiglie in difficoltà o le microimprese da esse promosse sono i potenziali destinatari dell’intervento: i criteri di selezione privilegiano quelle con figli (in età scolare, compresa l’università) o gravate da malattie o disabilità riconosciute, che abbiano perso o subìto in maniera significativa la riduzione del reddito da lavoro.

… attraverso

Il Centro di Ascolto della Caritas Diocesana di Pescara-Penne, previo colloquio, verifica la presenza del requisito soggettivo e procede ad una valutazione-approvazione del merito personale e sociale del richiedente, ed entro 15 giorni lavorativi dal primo inserimento della pratica trasferisce alla banca le pratiche ritenute idonee. Sono ammissibili alla garanzia del Fondo due tipologie diverse di prestito, con una restituzione a tassi agevolati:

- Il "credito sociale" alle famiglie, di importo non superiore a 6 mila euro.

- Il prestito all'attivazione di attività artigianale o imprenditoriale a singoli o a società di persone o cooperative per un valore massimo di 25.000 euro (microcredito all'impresa).

Non ci sono attualmente criteri su cui effettuare la ricerca. Aggiungili usando la scheda "criteri".